I cookie sono piccoli file memorizzati nel tuo browser. Sono utilizzati per scopi tecnici, funzionali e di analisi. Continuando a navigare nel nostro sito web l’utente acconsente al loro impiego. È possibile modificare le impostazioni dei cookie del browser in qualsiasi momento.

Numero Verde Contattaci su WhatsApp
MSP Italia CONI Ministero Dell'Interno EHFA Aces Europe Europe Active Ministero Del Lavoro e Delle Politiche Sociali Ministero Dell'Ambiente Protezione Civile

FUNCTIONAL CALISTHENIC IL WORKOUT PER CHIUNQUE

FUNCTIONAL CALISTHENIC IL WORKOUT PER CHIUNQUE

Quando si parla di calisthenic workout, le prime immagini che vengono in mente sono quasi sempre esercizi “avanzati” quali full planche, o front lever, verticali su parallele e via dicendo ; ovviamente il calisthenic non è esclusivamente questo.

Nella grande famiglia dell’allenamento funzionale infatti il calisthenic ricopre un po’ il lato virtuoso e quasi artistico del saper utilizzare il proprio corpo al 100%.

Tantissime sono le persone che approcciandosi all’allenamento funzionale si trovano in difficoltà ad eseguire uno squat o un piegamento a terra sfruttando tutta la mobilità articolare possibile sinergicamente a una grande quantità di muscoli; altrettante persone nell’ affrontare un allenamento funzionale presto si accorgono degli enormi limiti di esecuzione dovuti alla poca possibilità di generare alti livelli di forza.

Il functional calisthenic si occupa proprio di questo, utilizzando i peso corporeo , la forza di gravità ed il variare le leve come sistema del controllo dei carichi, sono poi i praticanti ed atleti a scegliere quale sia la connotazione ed il livello al quale desiderano approcciarsi, sia che si tratti di resistenza, lavori di forza, workout di equilibrio o acrobatici.

Le esigenze sono alla base di questa tipologia di allenamento, infatti gli esercizi base e il sistema di propedeutiche per migliorare la funzionalità dell’individuo nel calisthenic abbracciano chi ha necessità di migliorare il proprio stato di salute, chi ha bisogno di superare alcuni test d’accesso alle forze armate, chi desidera migliorare il proprio aspetto e cosi via, utilizzando di fatto pochissimi o nessuna attrezzatura.

Un altro importante focus è appunto la bellezza e il virtuosismo del gesto, un esercizio eseguito nella migliore forma possibile sottintende una corretta postura, un corretto utilizzo muscolo articolare, un ottimo coinvolgimento degli elementi corporei coinvolti nel movimento ed ovviamente una bassissima possibilità di infortunio.

Avendo origini greco-romane come allenamento di condizionamento bellico prevede ovviamente degli importanti e visibili risultati (ovvia conseguenza) , ma soprattutto può occupare una posizione chiave all’interno di una preparazione funzionale globale, infatti, sebbene la costruzione di forza sia forse l’obiettivo principe di questa disciplina, nulla vieta di creare programmazioni miste al fine di sviluppare anche esplosività e resilienza.

Altre "conseguenze" dovute al calisthenic si riscontrano nell’ aumento della densità ossea, potenziamento delle tenute articolari, miglior efficienza neuromotoria, miglioramento del funzionamento dei sistemi energetici e metabolismo, quest’ultimo dovuto all’utilizzo di esercizi multi articolari di grande impatto metabolico .

Chi pratica calisthenic intende ottenere il massimo dal proprio corpo, non lavorando esclusivamente sulla forza massima, eseguendo quindi esercizi oltre che isometrici, anche dinamici, lavorando sui tempi di recupero, e tempi sotto tensione, su flessibilità e stretching, resistenza alla fatica e cosi via.

Il concetto chiave di questo sport, si sintetizza come la conoscenza globale del proprio corpo ricercando il giusto equilibrio tra tutte le capacità che esso possiede.

Marco BerettaA cura di Dr. Marco Beretta
Visualizza tutti i suoi articoli
Scopri di più su: Corso Functional Trainer, Corso Functional Crosstrainer, Master Kettlebell, Master HIIT, Master FST, Master Calisthenics