I cookie sono piccoli file memorizzati nel tuo browser. Sono utilizzati per scopi tecnici, funzionali e di analisi. Continuando a navigare nel nostro sito web l’utente acconsente al loro impiego. È possibile modificare le impostazioni dei cookie del browser in qualsiasi momento.

Contattaci su Telegram Contattaci su Facebook
Numero Verde Amministrazione Contattaci su Telegram Contattaci su Facebook Contattaci su WhatsApp
Sport e Salute Ministero Dell'Interno FormaC Eso Eso Eso Europe Active Yoga Alliance Ministero Del Lavoro e Delle Politiche Sociali Fondo sociale europeo ISO 9001 Ministero Dell'Ambiente Protezione Civile MSP CSI ASC FitnessWork Performance Training Opes MIUR ECM Europeo

Il concetto di sicurezza nell'indoor cycling

Il concetto di sicurezza nell'indoor cycling

La sicurezza è la condizione di default su cui deve essere strutturata ogni lezione di indoor cycling.

Tale concetto implica il rispetto del Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro (Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81), ovvero norme della Repubblica Italiana volte a garantire la salute, la sicurezza ed il benessere sui luoghi di lavoro, mediante l'adozione di specifiche misure preventive e protettive, al fine di evitare o ridurre l'esposizione ai rischi e di ridurre ed eliminare gli infortuni.

Risulta di fondamentale importanza partire dalla sala in cui viene svolta la lezione. Essa deve rispettare alcuni criteri, ovvero: la pavimentazione deve essere antiscivolo, elastica e dotata di coibenza termica (legno, gomma etc.). È necessario, tenendo conto degli sforzi fisici, che si disponga di un’aria salubre in quantità sufficiente, la quale si può ottenere mediante aperture naturali e, quando non possibile, attraverso impianti di condizionamento. L’istruttore deve garantire costantemente un ricambio d’aria per determinare non solo idonee condizioni igieniche, ma confort per lo svolgimento della lezione.

Inoltre è importante che le bike siano disposte in modo ordinato con una distanza tra di esse di almeno 6 cm, per poter lasciare agli utenti spazi agevoli (non solo durante il movimento della pedalata, ma soprattutto durante lo stretching).

Sicurezza sottende anche la formazione da parte dell’istruttore che deve conseguire il corso di BLS (procedura di primo soccorso che comprende la rianimazione cardiopolmonare e una sequenza di azioni di supporto di base alle funzioni vitali) e di BLSD (che prevede l’uso del defibrillatore) per far fronte ad eventuali situazioni di emergenza.

Inoltre ogni palestra deve contenere apposita segnaletica di sicurezza che permetta di individuare le vie d’uscita, del posto di primo soccorso ed i mezzi antincendio.

Sicurezza, infine, è da intendersi come prevenzione degli infortuni: per cui è di fondamentale necessità condurre la lezione di indoor cycling nel rispetto di tutte le fasi della pedalata: l’istruttore dovrà porre l’attenzione non soltanto alla sala, al singolo utente, al gruppo, ma anche e soprattutto alla manutenzione di ciascuna bike.


Articolo a cura del Dott. Cirella Assunta

Scopri di più sul Corso di Indoor Cycling di 1° Livello!