I cookie sono piccoli file memorizzati nel tuo browser. Sono utilizzati per scopi tecnici, funzionali e di analisi. Continuando a navigare nel nostro sito web l’utente acconsente al loro impiego. È possibile modificare le impostazioni dei cookie del browser in qualsiasi momento.

Contattaci su Telegram Contattaci su Facebook Contattaci su WhatsApp
Numero Verde Contattaci su Telegram Contattaci su Facebook Contattaci su WhatsApp
ASI CONI Ministero Dell'Interno EHFA Europe Active Europe Active Europe Active Yoga Alliance Ministero Del Lavoro e Delle Politiche Sociali Ministero Dell'Ambiente Protezione Civile FIN MSP CONI Aces Europe FitnessWork

Che cos'è un Personal Trainer

Che cos'è un Personal Trainer

Vorrei dare inizio alla vostra lettura porgendovi il quesito "cos' è per voi un Personal Trainer?".

Negli ultimi anni si è osservato un buon riscontro per quanto riguarda la promozione e l' importanza dell' attività fisica nelle diverse fasce di età e soprattutto grazie alla diffusione dell' informazione si generano maggiormente figure e centri con ruolo di istruzione al movimento e allo sport.

L' attività fisica è ormai conclamata fondamentale per il benessere psico-fisico dell' individuo e per la sua longevità, per la prevenzione delle patologie cardiovascolari, metaboliche, osteo-articolari, muscolo-tendinee e neurologiche. Lavorando attualmente nelle palestre noto con piacere come i medici prendano in considerazione e preferiscano la prescrizione di attività fisica diminuendo la percentuale di farmaci assunti settimanalmente e quante persone siano indirizzate verso una palestra per curare la propria patologia con un metodo che, effettuato e sopratutto studiato su misura, non risulti avere un foglietto con tante controindicazioni quante ne abbia un farmaco, rispetto ad anni fa quando si consigliava la sedentarietà ed il più possibile riposo per evitare effetti indesiderati durante sforzi fisici.

Soprattutto l' attività aerobica viene consigliata dall' OMS con frequenza di minimo tre sedute da 50' ciascuna a settimana con effetti notevoli dichiarati da numerosi studi su diabete mellito tipo II, osteoporosi, colesterolomia, dislipidemie, problemi a livello cardiovascolare e metabolico, non meno importante è il rinforzo muscolare, proposto per correggere paraformismi strutturali in età evolutiva e adolescenziale e per salvaguardare il tono muscolare durante tutto il processo di crescita, per poi giungere all' età involutiva con una migliore postura funzionale ad una eccellente ergonomia.

Ma quanti di voi realmente si allenano con un programma studiato sul proprio quadro fisico-salutare? Quanti di voi si sottopongono a test funzionali prima di iniziare un piano di allenamento? Quanti di voi utilizzano ancora una scheda unica per 4 settimane? A quanti di voi è stata messa a disposizione una scheda pre-stampata senza neanche conoscervi?

L' informazione circa l' importanza dell' attività fisica appare inversamente proporzionale rispetto al valore che si associa alla figura del Personal Trainer, figura che possiede un ruolo indispensabile nell' istruzione all' esercizio fisico.
Il Personal Trainer non dovrebbe essere visto come un lusso o come una tendenza, dovrebbe bensì corrispondere ad una figura di istruzione riconosciuta in un ambito di fitness, un professionista che insegna metodiche e soluzioni agli obiettivi del prossimo; una lezione di training serve appunto ad imparare a svolgere in totale sicurezza gli esercizi fisici adattati secondo test di mobilità-funzionalità-elasticità-propriocezione- FC- 1RM, effettuati al principio sul proprio organismo.

Colgo l' occasione per invitarvi a diffidare da qualunque persona che voglia improvvisarsi PT senza avere titoli  riconosciuti dall' EPS del CONI come Accademia Italiana Fitness o Laurea in Scienze Motorie. Un buon Trainer si riconosce dal report personale che effettua inizialmente sulla vostra complessità funzionale, mi riferisco ad un incontro iniziale conoscitivo e compilativo (scheda di anamnesi), seguito da analisi posturale e test statici-dinamici mirati all' osservazione complessiva del vostro apparato locomotore; senza questa prassi iniziale risulterebbe impossibile strutturare un allenamento personalizzato a voi stessi.

La famosa scheda di 4 settimane è ormai esclusa da molti centri fitness, risulta essere target tuttavia di alcune palestre improntate e standardizzate sulle nozioni degli anni passati. Possiamo prendere conoscenza su diversi e recenti articoli scientifici che il beneficio fisico si ottenga modificando gradualmente i parametri di durata-intensità-quantità e cercando il più possibile di variare modalità di esecuzione per sollecitare e stimolare gli apparati in molteplici attività diverse fra loro. Il fitness, meglio, wellness parla a 360° di salute e per salute intendiamo la salute fisica e cognitiva.
E' importante prendere in considerazione un allenamento che solleciti settimanalmente tutte le capacità motorie a scopo di mantenerle attive e che comprenda un allenamento cardio-muscolare, propriocettivo, posturale e cognitivo.

Risulta difficile apprendere tutte le nozioni e gli esercizi volti all' allenamento ideale per noi stessi e per il meccanismo di risposta indiretta del nostro organismo in totale autonomia, così come sarebbe difficile curarsi da soli le patologie, devitalizzarsi un dente, operarsi a un ginocchio o costruire una casa. Il P.T. ha come compito prendersi cura del vostro corpo e dei vostri obiettivi, insegnandovi contemporaneamente come prendervene cura in sua assenza. Infatti, un buon personal trainer non crea dipendenza ma rende autonomo il suo cliente dopo tot. sedute di training, indottrinandolo verso un corretto utilizzo degli attrezzi e delle posture e dei carichi interni ed esterni a lui appropriati. La scheda pre-stampata non risulta una buona guida di istruzione neanche per iniziare, perchè è proprio quando si decide di iniziare che bisogna imparare come muoversi e come utilizzare il proprio corpo, il primo approccio all' esercizio fisico è la base che si costruisce per proseguire verso la meta desiderata ed è una "bugia" credere di poterlo fare senza aiuto.

Un grande limite che riscontro praticando quotidianamente questa professione è quello commerciale. Il prezzo di una seduta di training ha un range di 35-70 euro all' ora, il totale dipende da diverse variabili, quali titoli di studio del trainer, pacchetto acquistato, necessità specifiche, frequenza settimanale, ecc..

Pensate a quanti soldi spendiamo mensilmente in cose futili, in cibo, in serate in discoteca, in abbigliamento, in benzina e quanto sarebbero paragonabili queste spese rispetto alla nostra salute.

Quanto sareste disposti a pagare per raggiungere i vostri obiettivi? Quanto costa la vostra soddisfazione?

Il "risparmio" in termini di salute non esiste, è più costoso un abbonamento in palestra mal utilizzato che un costo aggiuntivo per sfruttarlo al massimo. Non si tratta di un percorso a vita, bensì di periodi volti alla conoscenza dell' allenamento personale e di come utilizzare al meglio i propri potenziali per poi riuscire ad essere autonomi in prospettiva di anni.

La professione del Personal Trainer non è semplice: è sottovalutata e utilizzata con abuso e non curanza da molti, è a volte scambiata come passione e non come lavoro, è scredidata da entità superiori e soventemente messa in disparte.

Facciamo fatica noi P.T. in questa società a far capire quanto sia importante imparare ad allenarsi secondo le esigenze del proprio fisico e non secondo gli standard e che gli obiettivi debbono essere programmati a lungo termine con scopi salutari e preventivi.

E allora risolvo l' interrogativo posto inizialmente: il Personal Trainer è colui che studiando ha trasformato la sua passione in un impegno professionale volto a prendersi cura di ogni fisico, strutturando soluzioni fini al miglioramento psico-fisico individuale del cliente, stabilendo esercizi adeguati alla pratica sportiva, ricostituendo e rieducando la normale funzionalità strutturale e il tutto effettuando al principio una raccolta dati personali essenziali per la conoscenza dell' organismo altrui. I nostri 60min di lezione con il cliente sono solo la punta di un iceberg; dietro ai 60 minuti si nasconde un lavoro vastissimo di studio e ricerca per trovare soluzioni idonee a creare un allenamento che rispetti gli obiettivi, i limiti fisici e soprattutto che non cada nella solita routine ma sia prospero a stimolare la passione per l' esercizio fisico anche nei soggetti estranei a questo immenso mondo del fitness.

Boca FrancescaA cura del Dr.ssa Boca Francesca
Visualizza tutti i suoi articoli
Scopri di più sui Corsi di Personal Trainer, Corso Istruttore Musicale (Total Body Step Pump Gag) e Corso Massaggio Sportivo