I cookie sono piccoli file memorizzati nel tuo browser. Sono utilizzati per scopi tecnici, funzionali e di analisi. Continuando a navigare nel nostro sito web l’utente acconsente al loro impiego. È possibile modificare le impostazioni dei cookie del browser in qualsiasi momento.

Contattaci su Telegram Contattaci su Facebook Contattaci su WhatsApp
Numero Verde Contattaci su Telegram Contattaci su Facebook Contattaci su WhatsApp
MSP Italia CONI ASI Ministero Dell'Interno EHFA Aces Europe Europe Active Europe Active Europe Active Ministero Del Lavoro e Delle Politiche Sociali Ministero Dell'Ambiente Protezione Civile

Prova costume? il miglior modo per l'effetto “pancia piatta”

Prova costume? il miglior modo per l'effetto “pancia piatta”

L'estate è alle porte! Questi sono i mesi più caldi in cui portare a termine un duro allenamento iniziato a settembre, o cominciare a fare movimento per avere almeno qualche piccolo risultato prima della prova costume. Il sogno di tutti è poter indossare il costume senza preoccuparsi di mostrare la pancia.

Come si fa ad avere una “pancia piatta”? Oltre a seguire una corretta alimentazione, potete riflettere sul come allenare i vostri addominali e sul come mantenerli attivi durante ogni movimento.

L'anatomia ci insegna che tra i muscoli addominali abbiamo il muscolo trasverso dell'addome: muscolo espiratorio per eccellenza. Se è allenato correttamente durante la contrazione dei muscoli addominali, provoca il desiderato effetto “pancia piatta”. Vediamo come:

durante l'espirazione (fuori l'aria dalla bocca) il trasverso si contrae, portando medialmente le coste e aumentando la pressione addominale, necessaria per sopportare le forze agenti sul rachide in determinati esercizi (es. il crunch);

  • è importante allenarlo con delle espirazioni profonde affinché possa formare un vero e proprio corsetto muscolare in grado di contenere i visceri addominali e di conseguenza contenere la pancia. Di fatti è un muscolo di notevole importanza per la postura e la protezione della schiena;
  • per arrivare all'effetto “pancia piatta”, bisogna accostare agli esercizi per l'addome, anche un buon allenamento aerobico e una dieta equilibrata.

Nelle palestre, le discipline per eccellenza che lavorano in primis con il trasverso dell' addome, sono il pilates e la ginnastica posturale. Nonostante ciò, si può lavorare profondamente con questo muscolo ogni qualvolta si svolgono esercizi:

  • in posizione supina come gli addominali;
  • in posizione eretta o in decubito laterale, che prevedono il mantenimento di posizioni isometriche e ripetizioni lente e controllate.

In ogni movimento possiamo attivare il muscolo trasverso dell'addome, attraverso l'espirazione profonda: la sensazione è quella di spingere indentro l'ombelico, come se dovesse toccare la colonna vertebrale. La prova concreta si può fare eseguendo un semplice crunch, posizionando una mano dietro la nuca e l'altra sopra la pancia. Nella contrazione (espirazione) si cerca di allontanare il più possibile verso il basso, la pancia dalla mano.

Avere un addome allenato e tonico è importante, non solo per un fattore estetico, ma soprattutto per proteggere la vostra schiena. Pensate al modo in cui svolgete i vostri esercizi, non abbiate fretta e non siate pigri. L'esecuzione lenta e controllata di alcuni esercizi, unita ad un buon allenamento aerobico e ad una giusta alimentazione, è la miglior alleata per superare la tanto temuta “prova costume”!

Francesca VerdecchiaA cura di Dr.ssa Francesca Verdecchia
Visualizza tutti i suoi articoli