I cookie sono piccoli file memorizzati nel tuo browser. Sono utilizzati per scopi tecnici, funzionali e di analisi. Continuando a navigare nel nostro sito web l’utente acconsente al loro impiego. È possibile modificare le impostazioni dei cookie del browser in qualsiasi momento.

Contattaci su Telegram Contattaci su Facebook Contattaci su WhatsApp
Numero Verde Contattaci su Telegram Contattaci su Facebook Contattaci su WhatsApp
ASI Ministero Dell'Interno FormaC Ministero Della Regione Europe Active Europe Active Europe Active Yoga Alliance Ministero Del Lavoro e Delle Politiche Sociali Fondo sociale europeo Accredia Ministero Dell'Ambiente Protezione Civile FIN FISDIR FIT MSP CSI CSEN FitnessWork Performance Training Europeo

In cosa consiste il Cross Training

In cosa consiste il Cross Training

Il Cross Training consiste nell’integrazione di diversi movimenti o attività convenzionali in diverse routine di allenamento di una persona, andando a variare costantemente gli stimoli imposti al corpo. Lo scopo principale di integrare il Cross Training in un programma di esercizi è quello di evitare di provocare sempre danni muscolari in eccesso in un principiante e spingerlo a porre fine all’allenamento a causa dell’eccesso di dolori del giorno dopo. Fondamentale anche il fatto che si utilizzano così tanti gesti e attività differenti che si mantiene vivo il desiderio di continuare ad allenarsi per provare cose nuove, senza instillare nella persona la paura del dover eseguire in quell’allenamento un esercizio che magari loro odiano.

Bisogna effettuare una distinzione fondamentale tra due livelli di cross training. Il primo è quello legato al miglioramento dello stato di fitness e alla ricerca del benessere, che implica il raggiungimento di un corretta percentuale di grasso corporeo, il miglioramento della capacità aerobica, dei livelli di forza, di tonicità muscolare, di mobilità, e contemporaneamente allontana le conseguenze negative dell'allenamento (noia, apatia, sovrallenamento, patologie da sovraccarico); il secondo è quello che si pone come obiettivo il miglioramento della prestazione e ha come obiettivo quello di portare l'atleta, al momento della competizione/gara, nella migliore forma possibile.

Tre delle attività più comunemente usate nel Cross Training sono le attività aerobiche (nuoto, la corsa e il ciclismo), le attività con i pesi (che comprendono oltre al classico bilanciere e manubri anche kettlebells, palle mediche) e i gesti della ginnastica (tutto quello che riguarda corpo libero e grandi attrezzi fissi come sbarre e parallele).

Si utilizzano oltre agli esercizi per rafforzare i muscoli, in particolare quelli importanti per una buona postura, anche alcune attività che vengono selezionate per migliorare la mobilità articolare e prevenire o alleviare i dolori. Questi consistono in una serie di posizioni di stretching statico e dinamico che sono sicure ed efficaci per la maggior parte delle persone e che risultano fondamentali anche per gli atleti Crossfit e di Cross Training che vogliono migliorare la loro performance in gara.

Nel Cross Training la distanza percorsa, il tempo di esecuzione e il carico utilizzati sono dei modi per misurare la tua attività giornaliera e al tempo stesso misurare come migliora la tua condizione. Per questo motivo, è necessario percorrere una distanza misurata, utilizzare carichi di cui si può registrare il valore e segnarsi i tempi di esecuzione.

Il Cross Training offre una varietà di benefici per la fitness generale e la perdita di grasso. Si costruisce infatti la forza e la resistenza del cuore, polmoni e vasi sanguigni bruciando le kcal in eccesso al tempo stesso. Il Cross training è quindi un ottimo modo per modificare il concetto di esercizio e perdere grasso senza dover sopportare le attività monotone che la maggior parte della gente (sopratutto per carenza di conoscenze o di idee) intraprende per poi lasciare poco dopo (esempio la classica corsa quando sta arrivando l’estate protratta per 2 settimane e poi lasciata stare fino all’anno successivo).

Federico NardellaA cura di Dr.ssa Federico Nardella
Visualizza tutti i suoi articoli